Sito web responsive

Sito web responsive

Responsive web design, abbreviato con l’acronimo RWD, vuol dire design responsivo, cioè realizzare un layout grafico destinato al web ma che sia flessibile. Fino al 2010 l’impaginazione dei siti internet per la maggior parte era stabilita con proporzioni fisse sui 960-980 pixel. Tutto questo è cambiato il 25 maggio del 2010, quando Ethan Marcotte ha pubblicato l’articolo sul “responsive web design”. Ethan si è posto questa domanda perché il mercato aveva da poco conosciuto l’iPhone e l’iPad con i quali appunto era possibile accedere al web. Questi due nuovi dispositivi ideati da Steve Jobs, hanno un formato notevolmente ridotto rispetto ad un computer o pc, quindi è nata l’esigenza di rendere flessibile le pagine web in base al loro contenitore. La caratteristica principale di quando si realizza un sito web responsive è realizzare una griglia di impaginazione fluida che sia in grado di adattarsi automaticamente per risoluzione e per formato.

Responsive web design

Quando si pesa di realizzare un sito web responsive, la cosa più importante è stabilire delle priorità. E’ sempre meglio verificare e stabilire con il cliente! Le priorità riguardano:

– Immagini e slide show
– Logo
– Menu di navigazione
– Testo

Occorre scegliere le priorità delle proporzioni, se ad esempio un cliente vuole dare più importanza al logo, nei diversi ambienti conserverà sempre un formato maggiore rispetto all’immagine o alla slide show.